Bigné craquelin

Bigné craquelin

Avevo promesso un post per spiegarvi meglio cos’è un bigné craquelin.

Ebbene, i maestri pasticceri francesi, qualche anno fa, hanno inventato questo nuovo ed elegante modo di fare i bigné.
Ciò che fanno è molto semplice, su un impasto choux, come quello che ho postato per i bigné, viene messo un velo composto da parti uguali di zucchero, burro e farina.

Vi starete chiedendo a cosa serve. Il craquelin serve a far venire il bigné sferico, vuoto all’interno, migliora il colore e da una croccantezza esterna più che piacevole, anzi direi goduriosa.

Rende il bigné piuccheperfetto!

Oltretutto, potrete decidere se utilizzare il classico zucchero semolato o lo zucchero di canna che li renderà più scuri (bigné craquelin con zucchero di canna, al centro tra due bigné classici nella foto qui sotto).

Ora vi lascio alla ricetta proporzionata a quella dei bigné.

Ingredienti:

  • 100 g di burro
  • 100g di zucchero semolato o di canna
  • 100 g di farina

Procedimento:

Mettete il burro freddo e lo zucchero nell’impastatrice con lo strumento foglia, fate girare qualche minuto e togliete l’impasto.

Se eventualmente non avete l’impastatrice, non demordete! Prendete una terrina, metterci dentro gli ingredienti, e con uno sbattitore elettrico a velocità minima, impastate il tutto.

Successivamente stendetelo tra due fogli di carta forno, dell’altezza di 2 mm e ponete il tutto nel congelatore, fino a pochi secondi prima dell’utilizzo.

Una volta messi i bigné sulla teglia con la sacca da pasticciere, tirate fuori l’impasto di burro e zucchero dal congelatore, prendete un qualsivoglia attrezzo dalla forma rotonda e iniziate a tagliare l’impasto come se steste facendo dei biscotti.

Ogni cerchietto di burro e zucchero, va posizionato su ogni bigné, che poi andrá in forno, e seguirá la normale cottura.

Bignè con craquelin La foto sopra rappresenta alcuni bignè craquelin con zucchero di canna (prima fila) e i restanti classici.

Lavorando con burro e zucchero, questa operazione deve essere fatta in modo abbastanza veloce, altrimenti il burro si scalderà e si scioglierà e non otterremo ciò che vogliamo.

E questo è tutto.

 

Alla prossima ricetta!

pasticceRoby



Rispondi